4.JPG6.JPG30.jpg3.JPG26.jpg24.jpg2.JPG32.jpg22.jpg19.JPG31.jpg10.JPG8.JPG20.JPG13.JPG16.JPG5.JPG14.JPG27.jpg29.jpg28.jpg1.JPG11.JPG9.JPG15.JPG25.jpg23.jpg18.JPG7.JPG21.JPG17.JPG12.JPG

Emmaus Aprile 2017



Circolare pastorale della rettoria San Grato in Malanghero. Aprile 2017. Anno XVI n° 4.

 

E’  PASQUA!

ripartiamo in Cristo risorto

 

“La vita di fede si rassegna al peccatore, ma non al peccato, ma il peccato non è irreparabile.

Si può sempre ricominciare; tutto può diventare alto e bello nel nostro cuore, basta che ci apriamo totalmente al Signore liberandoci di noi stessi.

Qui sta il capolavoro”.

beato Innocenzo da Berzo

 

TRIDUO  DI  PASQUA

 

Come gli anni passati, per chi lo desidera, sarà possibile trascorrere il solenne triduo pasquale in un clima di preghiera e di meditazione in casa canonica.

Per informazioni prendere contatto con don Dario Bernardo M.

 

NOTA  BENE

 

Fino a Pasqua continuiamo a raccogliere cibo e detersivi per i poveri accompagnati dalla nostra Conferenza di San Vincenzo. I libri si raccolgono tutto l’anno.

 

Mercoledì 12 aprile alle ore 20, 30 messa e possibilità di confessioni in preparazione alla Pasqua.

 

LECTIO  DIVINA

 

Venerdì 21 aprile alle ore 20, 30 ci viene proposto l’incontro di preghiera di Lectio Divina guidato dalla teologa Laura Verrani che ormai ben conosciamo (è necessario portarsi Bibbia, quaderno e penna).

Il tema dell’anno è “San Paolo e il corpus paolino”.

 

GIOTTO  A  TORINO

 

Sabato 29 aprile ci viene proposta un’iniziativa di tipo culturale: la visita guidata della Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto (a Padova) riprodotta fedelmente a Torino. Visiteremo pure i locali abitati dal beato Faà di Brunoche fu militare, scienziato, professore all’università, fondatore di una congregazione di suore e prete. Il Beato venne anche a Malanghero…

Informazioni ed iscrizioni (i posti sono pochi) da don Dario B. M.

 

CONTI

 

Amministrazione dal 1° gennaio al 31 marzo 2017.

- Entrate: questua festiva: 417 euro; per messe: 86; nel cestino dei libri: 123; offerta del coro Emmaus: 100; “Per grazia ricevuta”: 20; questue delle messe feriali: 50; candelieri: 18; offerta per “San Grato”: 100; offerta per il presepe: 10; per l’Emmaus: 20; offerta per la lampada del Santissimo: 3; offerta per grazia ricevuta “Per pace fatta”: 20; offerta delle Missionarie dell’Amore Infinito: 100; “In suffragio di Censo Perrero”: 100; in ricordo di Giuseppe e Pasqua: 50; offerta per i fiori: 28; “Offerta in riparazione al male fatto da alcune persone e per grazia ricevuta”: 50; “Offerta per grazia ricevuta”: 100; varie offerte in buste anonime: 135; offerta delle Missionarie dell’Amore Infinito: 100; in suffragio di Ignazio Brunetta: 100; “Chiedo una preghiera particolare per la mia famiglia”: 20; In ricordo di Giovanni Barone: 50; offerta per i fiori: 29; questua della messa del ritiro: 27; “In memoria di Antonio Musso”: 100; offerta per i fiori: 21; totale 1.977 euro.

- Uscite: spese di sacrestia (ostie, candele, ecc.): 62 euro; manutenzione ordinaria della casa canonica: 594; per l’Emmaus: 96; per altre fotocopie: 42; remunerazione predicatori, confessori e preti forestieri: 150; per l’Emmaus stampato: 235; per la pulizia della chiesa: 31; bollette varie: 558; per i fiori della chiesa: 21; spese di segreteria: 20; tabelloni liturgici settimanali: 74; per le chiavi del tabernacolo: 8; totale: 1.891 euro.

- Totale entrate: euro 1.997; totale uscite: 1.891; avanzano quindi 86 euro che vengono depositati sul conto postale della rettoria di San Grato di Malanghero.

- Per i monasteri poveri: questue delle messe feriali che precedono l’adorazione: 66 euro; buste: 40; totale: 106 euro.

- Per il riscaldamento della chiesa e dei vari locali spesi: 902 euro, raccolti 881 euro (con le questue mensili delle messe: 425; offerta: 10; più un “tesoretto” accumulato precedentemente di 446 euro); vi è quindi un piccolo disavanzo di 21 euro.

- Per la chiesetta della Madonna del salice: dal candeliere dell’altare della Madonna: 20 euro, “In memoria di Ignazio Brunetta”: 30; due offerte: 10; “In suffragio di Ignazio Brunetta”: 150; totale: 210 euro.

- Per i lavori in casa canonica: affitto di don Dario B. M. da gennaio a marzo: 300 euro; un’offerta: 300; totale: 600 euro.

- Grazie all’iniziativa dell’impegno mensile, si sono raccolti 228 euro che sono stati accantonati per i piccoli cantieri di manutenzione ordinaria (ad esempio abbiamo risistemato l’impianto dei microfoni spendendo 95 euro) e per le emergenze.

- Sul conto corrente postale ci sono arrivate varie offerte per un totale di 40 euro.

- Raccolti nella messa feriale della Conferenza della San Vincenzo e destinati ai poveri da essa accompagnati: 200 euro.

- Per il mantenimento del conventino delle suore: quando si celebra la messa feriale nella cappella del conventino la questua va alle Suore.

- Per l’altare del Crocifisso (spesi 6.851 euro): offerta: 10; lotteria di febbraio: 162; totale: 172 euro.

- Restauro della saletta del catechismo (spesi 3.780 euro): “In suffragio dei morti della mia famiglia”: 500; questua delle messe del giorno dell’inaugurazione: 215; offerta: 25; lotteria del giorno dell’inaugurazione: 184; una offerta: 20; in totale raccolti: 944 euro.

 

GRAZIE  di cuore a tutti i Malangheresi e a coloro che frequentano la nostra sempre più bella chiesetta per la loro corresponsabilità e generosità.

Vostro don Dario Bernardo M. oblato benedettino

 

A proposito di conti si ricorda ai Lettori che il 10 % di tutto ciò che si raccoglie in chiesa viene destinato ai poveri (a Malanghero, in Italia, nelle missioni, ecc.).

 

TERREMOTO

 

Per le vittime del terremoto nei tempi liturgici dell’avvento e del Natale abbiamo raccolto 865 euro che la nostra conferenza di San Vincenzo ha portato a 1.000, il gruppo missionario - caritativo (prendendo dalla gestione del 10% di tutto ciò che entra nella cassa della comunità) ha aggiunto 200 euro e la Comunità San Benedetto 300; a conti fatti abbiamo così raccolto ben 1.500 euro.

Ora stiamo cercando un tramite sicuro (ne stiamo vagliando due) per far arrivare a giusta destinazione il denaro raccolto.

 

ACCOGLIENZA

 

Nei primi mesi dell’anno abbiamo completamente rinnovato la stanza della casa canonica che usiamo per accogliere le persone povere bisognose di un tetto provvisorio: abbiamo rifatto l’impianto elettrico (e messo a norma), il pavimento, l’intonaco alle pareti e l’arredamento.

In totale abbiamo speso 2.782 euro: La nostra conferenza di San Vincenzo ne ha offerti 1.000, gli altri arriveranno con i tempi e i modi della Provvidenza…

Nel frattempo la stanza è già stata inaugurata da persone che ne avevano bisogno…!

 

PER  IL  MONASTERO  DELLE  DOMENICANE

 

Si rende conto dell’aiuto economico che, tramite la gestione del fondo del gruppo adoratori, abbiamo fin qui dato in modo continuativo alla comunità delle monache domenicane di cui fa parte la nostra suor Chiara e suor Daniela.

Entrate: fondo cassa precedente 392 euro; raccolti in occasione dell’adorazione mensile (questua della messa e buste): 108; totale: 500 euro.

Consegnati: 500 euro il 21 novembre 2015 in occasione della professione dei primi voti di suor Daniela (non ci eravamo ricordati di comunicarlo…!).

Di fronte a questi numeri come si può non dire l’ennesimo  GRAZIE  di tutto a tutti!

 

IMPEGNO  MENSILE

 

E’ possibile “autotassarsi” (come singoli, come famiglia o come gruppo) di dieci euro al mese per contribuire a dare alla nostra chiesetta, impegnata in grandi e radicali lavori di restauro, una piccola rendita fissa mensile.

Questa iniziativa sta tenendo in piedi le casse della nostra comunità e rendendo possibili i lavori di restauro della chiesa e tante attività pastorali.

Negli anni alcune persone e famiglie hanno aderito all’iniziativa, pensaci! Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a don Dario Bernardo M.

 

Per offerte alla nostra chiesa si può usare il numero di conto postale: IBAN: IT.23Q.07601.01000.000.008.584.775 intestato a “Chiesa di San Grato vescovo”.

 

FRATEL  LUIGI  BORDINO

 

Da Pasqua a giugno accoglieremo nella nostra comunità le reliquie ed i ricordi del beato fratel Luigi Bordino, accompagnati da una mostra fotografica.

Sarà questa un’altra buona occasione per accogliere le centinaia di pellegrini che solitamente rispondono a queste proposte da tante località della Diocesi, del Piemonte e non solo.

 

AGENDA  COMUNITARIA

 

Domenica 9: ore 10, 30 nel cortile inizio della messa delle palme con piccola processione, ore 18 messa, dopo la messa del mattino Comunità San Benedetto; raccolta per il riscaldamento della chiesa;

lunedì 10: ore 18 messa;

martedì 11: ore 20, 30 messa;

 

CALENDARIO  ED  ORARIO  DELLE  CELEBRAZIONI  PASQUALI:

 

- mercoledì 12 aprile: ore 20, 30 messa, a seguire possibilità di confessioni;

- giovedì 13: ore 21 messa della cena del Signore, a seguire adorazione per tutta la notte, ore 23 compieta;

- venerdì 14: ore 9 lodi, ore 15 ora media, ore 21 celebrazione liturgica della croce, ore 22, 30 celebrazione della sepoltura del Signore;

- sabato 15: ore 9 lodi, ore 12 ora media, ore 18 vespro, ore 21, 30 inizio della veglia, in cortile alle ore 22, 30 inizio della solenne celebrazione di Pasqua;

- domenica 16: ore 10 lodi, ore 10, 30 messa, ore 17, 30 vespro e ore 18 messa;

 

lunedì 17: ore 8, 30 messa;

martedì 18

mercoledì 19: ore 20, 30 messa, ore 21 incontro del gruppo “Giona profeta”;

giovedì 20: ore 18 messa;

venerdì 21: ore 20, 30 incontro di preghiera di Lectio Divina;

sabato 22

domenica 23: ore 10, 30 e ore 18 messa, ore 16, 30 messa di Pasqua all’RSA, prima possibilità per i malangheresi di venerare le reliquie del beato fratel Luigi Bordino;

lunedì 24

martedì 25

mercoledì 26: ore 18 messa;

giovedì 27: ore 18 messa;

venerdì 28: ore 20, 30 messa, a seguire incontro del gruppo liturgico;

sabato 29: uscita formativa, vedi finestra;

domenica 30: ore 10, 30 e ore 18 messa.

 

L’ufficio della rettoria è aperto dopo ogni messa feriale o in qualsiasi altro momento previo appuntamento telefonico (011.924.79.04, per concordare funerali 3477882132).

 

La redazione dell’Emmaus unita a don Dario Bernardo M. augura a tutti i lettori una buona Pasqua.