27.jpg7.JPG13.JPG14.JPG30.jpg1.JPG21.JPG23.jpg31.jpg4.JPG20.JPG32.jpg5.JPG3.JPG10.JPG8.JPG28.jpg22.jpg29.jpg6.JPG12.JPG19.JPG11.JPG24.jpg25.jpg17.JPG15.JPG9.JPG26.jpg18.JPG2.JPG16.JPG

Emmaus Luglio 2022

 

 

Circolare pastorale della rettoria San Grato in Malanghero. Luglio 2022. Anno XXII n° 9

sito internet della comunità: sangratomalanghero.it

 

UNA  PAROLA  DISARMATA

 

“Se davvero le religioni devono sopravvivere... dovranno innanzitutto rinunciare a qualsiasi tipo di potere che non sia quello di una parola disarmata; dovranno inoltre far prevalere la compassione sulla rigidità dottrinale; bisognerà soprattutto ed è la cosa più difficile, cercare proprio nel profondo dei loro insegnamenti quel sovrappiù non detto di grazia, in virtù del quale ciascuno può sperare di raggiungere gli altri; non è infatti con manifestazioni superficiali, che restano delle competizioni, che avvengono gli autentici ravvicinamenti: è solo in profondità che le distanze si accorciano”.

Paul Ricoeur

 

LE  REGOLE  ATTUALI

 

Come sappiamo sono cambiate le regole circa l’epidemia, rimangono:

- la sanificazione delle mani con il liquido disinfettante messo a disposizione in chiesa;

- non si viene in chiesa se si ha una temperatura maggiore a 37, 5 gradi;

- non ci sono più il distanziamento sociale e l’obbligo della mascherina, ma cerchiamo di usare prudenza e buon senso per non mettere in pericolo noi stessi e gli altri;

- il libretto dei canti è ancora utilizzabile sul telefonino (sul sito della comunità).

 

ESERCIZI  SPIRITUALI

 

E’ organizzato un turno estivo (nella prima settimana di agosto) di esercizi spirituali. Chi fosse interessato a partecipare si faccia vivo presso don Dario Bernardo M. per valutare i tempi e le modalità di realizzazione dell’iniziativa.

 

CROCIFISSO

 

Il grande Crocifisso (di semplice gesso, del 1838…!) posto nell’abside della nostra chiesa è momentaneamente in restauro. Per la festa della comunità a san Firmino speriamo possa tornare “a casa”.

 

OLTRE  LE  SBARRE

 

In questi tempi di pandemia è difficile organizzare momenti formativi, ma non ci perdiamo d’animo…! In bozza, sul sito della comunità, viene presentato un lavoro volto a sensibilizzarci circa la vita carceraria intitolato “Oltre le sbarre”.

Tutti siamo invitati a prenderne visione ed a manifestare pareri e correzioni così da arrivare a settembre ad un lavoro “finito”.

 

CONTI

Gestione ordinaria dal 1° aprile al 30 giugno 2022.

 

- Entrate: questua festiva: 336; per messe: 75; nel cestino dei libri: 63; questue della messa feriale: 72; candelieri: 40; offerte del coro Emmaus: 100; offerta dell’istituto secolare delle “Missionarie dell’Amore Infinito”: 150; per l’ulivo: 102; per i ceri di Pasqua: 68; offerta per i fiori: 22; in occasione di un battesimo: 50; in occasione di un cinquantesimo di matrimonio: 50; “Per i vari libretti proposti”: 52; per i fiori: 32; offerta dell’istituto secolare “Missionarie dell’Amore Infinito”: 100; “Per il dono della Lectio Divina, grazie!”: 100; “Per ringraziare”: 10; “Per grazia ricevuta”: 20; vendute due copie della storia di Malanghero: 20; varie offerte in buste anonime: 80; offerta dell’istituto secolare “Missionarie dell’Amore Infinito”: 300; offerta dell’istituto secolare “Missionarie dell’Amore Infinito”: 100; offerte per i fiori: 36; totale 1.978 euro.

- Uscite: spese di sacrestia (ostie, candele, ecc.): 78 euro; manutenzione e pulizia ordinaria del complesso religioso: 561; per l’Emmaus: 44; per altre fotocopie: 22; remunerazione predicatori, confessori e preti forestieri: 170; per l’addobbo di Pasqua: 191; per il rinfresco: 11; per l’Emmaus trimestrale: 150; per la pulizia della chiesa: 30; bollette varie: 706; per i fiori: 85; totale: 2.048 euro.

- Totale entrate: euro 1.978; totale uscite: 2.048; disavanzo quindi di 70 euro che viene prelevato dal conto postale della rettoria di San Grato di Malanghero (ove attualmente ci sono 7.249 euro).

- Per i monasteri poveri: questue delle messe feriali che precedono l’adorazione: 53 euro; buste: 30; totale: 83 euro.

- Per il riscaldamento della chiesa e dei vari locali si sono spesi: 946 euro; raccolti 897 euro (offerte: 9 euro; con le questue mensili delle messe: 380; offertona: 500; “tesoretto” accumulato precedentemente di 8); il disavanzo di 49 euro viene pagato con l’aiuto dell’impegno mensile.

- Per la chiesetta della Madonna del salice: dal candeliere dell’altare della Madonna: 11 euro.

- Per la missione in Africa con la Chiesa Protestante, contro la cecità, raccolti il giorno della solennità del Sacro Cuore: 72 euro.

- Grazie all’iniziativa dell’impegno mensile, si sono raccolti ben 450 euro che sono stati accantonati per i piccoli cantieri di manutenzione ordinaria (ad esempio abbiamo speso 290 euro a gennaio per l’ennesima riparazione della caldaia della chiesa che non ne può proprio più e 49 euro per il saldo del riscaldamento) e per le emergenze.

- Sul conto corrente postale ci sono arrivate varie offerte per un totale di 20 euro (più alcune quote dell’impegno mensile contate altrove).

- Offerte per i poveri ricavate dalla distribuzione del “piccolo diario” (pagate le spese di stampa): 40 euro.

- Raccolti nella messa feriale della Conferenza della San Vincenzo e destinati ai poveri da essa accompagnati: 241 euro.

- Lotto “Spese varie” (progettazioni varie, architetto, elettricista, tasse) per un totale di 14.874 euro di spesa. Entrate: affitto di don Dario Bernardo M. (della casa canonica): 600 euro; raccolta di aprile: 160 euro; raccolta di maggio: 83; offerta: 100; in totale: 943 euro.

- Cantiere del cortiletto, “rattoppo” della facciata della chiesa, riparazione cornicione salone (spesi in totale 9.106 euro); lotteria di maggio: 228; lotteria di giugno: 110; totale raccolti: 338 euro.

 

- Rifacimento pavimento della cappella feriale (spesi in totale 7.800 euro): “Per i lavori della cappella feriale, nel ricordo della mia cara mammina”: 50 euro.

- Per la nuova caldaia della chiesa: offerta: 100 euro.

 

Si ricorda ai Lettori che il 10 % di tutto ciò che si raccoglie in chiesa viene destinato ai poveri (a Malanghero, in Italia, nelle missioni, ecc.).

 

GRAZIE  di cuore a tutti i Malangheresi ed a coloro che frequentano la nostra bella chiesetta per la loro corresponsabilità e generosità.

Vostro don Dario Bernardo M. oblato benedettino

 

MADONNA  DEL  SALICE

 

Entrate: fondo cassa 1.575 euro; candeliere della Madonna (di San Grato): 119; questue messe prefestive: 31; questua della messa della festa: 148; messa della fiaccolata (29 maggio): 85; questua della messa della Consolata (20 giugno): 77; buste anonime: 45; totale: 2.080 euro. Spese: Enel (varie bollette) 380 euro (!); per i fiori: 45; per le pulizie: 60; totale: 485 euro. Totale in cassa: 1.595 euro.

Grazie a tutti di tutto ed in particolare a chi si dedica alla gestione ordinaria della chiesetta. GRAZIE  ancora a tutti di tutto!

Aldo Depaoli e don Dario Bernardo M. osb

 

PER  L’UCRAINA

 

Nei mesi passati (ma non c’è stato lo spazio per comunicarlo prima) abbiamo ricevuto sei offerte per l’Ucraina per un totale di 110 euro. Il Gruppo missionario-caritativo, che gestisce per iniziative caritative il 10% di ciò che si raccoglie in chiesa, ha “arrotondato” la cifra a 1.500 euro e l’ha spedita (tramite il canale fidato della San Vincenzo) alle vittime della guerra in Ucraina.

Una goccia nell’oceano si dirà, ma l’oceano è fatto di gocce…!

 

NUOVA  CALDAIA

 

Si è resa necessaria la sostituzione della caldaia della chiesa, l’attuale del 2009 infatti si rompe tutti i momenti e non è più sicura. Un preventivo molto approssimativo si aggira sui 10.000 euro (se va bene). Piano piano pagheremo, come al solito, d’altro canto, meglio questo che una malattia…!

 

VUOI  AIUTARE  LA  TUA  COMUNITA’?

 

Vuoi aiutare la tua comunità impegnata in un radicale lavoro di restauro interno ed esterno di tutto il complesso religioso? E’ possibile “autotassarsi” di dieci euro al mese per contribuire a dare alla nostra chiesetta una piccola “rendita” fissa mensile su cui poter far conto. Questa iniziativa sta tenendo in piedi le casse della nostra comunità e rendendo possibili i lavori. Pensaci!

Si ricorda che la nostra piccola comunità non riceve fondi dall’8 per mille, dal 5 per mille o da altre fonti. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi a don Dario Bernardo M.

 

ANZIANI  ED  AMMALATI

 

Visto che per il momento il covid sembra darci un periodo di pausa, viene nuovamente permesso di andare a trovare gli anziani e gli ammalati. Chi ha piacere di ricevere la visita di don Dario Bernardo M. non esiti a telefonare!

Usciamo dalla stupida e vecchia paura di “disturbare” o, peggio ancora, che la visita del prete “porti male”!

 

LIBRI  A  DISPOSIZIONE

 

In fondo alla chiesa, sulla panca a sinistra entrando, vengono offerte delle copie di libri (alcuni nuovi ed alcuni usati, ma in ottimo stato) per la nostra crescita spirituale e culturale. Servitevi liberamente e se volete fare un’offerta usate il cestino posto sul tavolino: il denaro raccolto sarà usato per comprare altri libri.

 

AGENDA  COMUNITARIA

 

Domenica 10: ore 10, 30 ed ore 20, 30 messa;

lunedì 11  san Benedetto: ore 20, 30 messa, a seguire adorazione eucaristica;

martedì 12: ore 18 messa a seguire conferenza di san Vincenzo “Beato padre Lataste”;

mercoledì 13: ore 8, 30 messa;

giovedì 14 e venerdì 15 nessun appuntamento comunitario;

sabato 16: ore 18 messa prefestiva alla Madonna del salice a seguire adorazione eucaristica e poi fraternità “Fratel Charles de Foucauld”;

domenica 17: ore 10, 30 ed ore 20, 30 messa, a seguire rosario comunitario mensile;

lunedì 18: ore 8, 30 messa;

da martedì 19 a sabato 23 nessun appuntamento comunitario;

domenica 24: ore 10, 30 ed ore 20, 30 messa;

lunedì 25: ore 8, 30 messa;

da martedì 26 a sabato 30 nessun appuntamento comunitario;

domenica 31: ore 10, 30 ed ore 20, 30 messa.

 

L’ufficio della rettoria è aperto dopo ogni messa feriale o in qualsiasi altro momento previo appuntamento telefonico: 011.089.20.84 (per funerali: 347.788.21.32).

 

CONFERMARE?

 

A causa del corona virus il Consiglio Pastorale della nostra comunità nell’anno pastorale 2021-2022 si è incontrato una volta soltanto.

Personalmente sarei dell’dea di riconfermare i vari rappresentanti dei gruppi che erano stati eletti nel settembre 2021.

Non è una decisione, è solamente un’idea per non moltiplicare gli impegni. Chi non è d’accordo o eventualmente chi non desiderasse più partecipare al Consiglio Pastorale come responsabile di un gruppo me lo comunichi.

don Dario Bernardo M.

oblato benedettino