10.JPG7.JPG1.JPG4.JPG5.JPG15.JPG14.JPG3.JPG13.JPG9.JPG18.JPG19.JPG22.JPG17.JPG20.JPG16.JPG21.JPG2.JPG6.JPG11.JPG12.JPG8.JPG
×

Attenzione

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Emmaus Giugno 2020

 

 

Circolare pastorale della rettoria San Grato in Malanghero. Giugno 2020. Anno XX n° 6

 

NULLA  SI  IMPROVVISA...

 

         “Non è nel momento in cui c'è una questione da risolvere che possiamo creare un clima di preghiera: se non ci è abituale, non l'avremo in quel momento.

         Potremo certamente pregare chiedendo di essere illuminati e Dio nella sua bontà potrà anche esaudirci, ma se non siamo abitualmente uniti a lui corriamo il rischio di non saper discernere la sua volontà”.

padre Albert Vanhoye gesuita

 

MESSA  IN  SICUREZZA

 

         Alla porta della chiesa e sui banchi un foglio ci spiega le norme per celebrare la messa in sicurezza. Ricordo che i posti disponibili sono una quarantina e che occorre arrivare non all'ultimo momento (e mai in ritardo...!).

         Per esperimento nei sabati di giugno abbiamo aggiunto una messa prefestiva alle ore 18 per permettere ai fedeli di distribuirsi maggiormente.

 

DIREZIONE  SPIRITUALE

 

Per chi lo desidera, è ripresa la possibilità dei colloqui di direzione spirituale.

 

CONFESSIONI

 

         In queste settimane alcuni hanno chiesto di potersi accostare al sacramento della riconciliazione (la confessione), tanto più che a Pasqua non lo si è potuto fare...

         Per questo vengono fissati tre momenti:

- la mattina del 15 giugno dalle ore 9, 30 alle 11, 30,

- il pomeriggio del 15 giugno dalle ore 16 alle ore 18

- e la sera del 16 giugno dalle ore 21 alle 22.

 

         Naturalmente don Dario Bernardo M. resta disponibile a questo scopo in ogni momento previo appuntamento telefonico.

 

IN  DIO

 

         Domenica 14 giugno ricorderemo tutti i morti a causa del coronavirus: chi infatti tra noi non ha perso un parente, un amico o un conoscente? Chi lo desidera può far pervenire i nomi delle persone defunte che vorrebbe ricordare.

 

 

         In questo periodo, non avendo più avuto messe e contatti con i fedeli, i nostri conti di gestione ordinaria sono un poco in sofferenza: la comunità condivide ciò che vivono molte famiglie in questi mesi, anche la comunità è senza cassa integrazione...!

 

         I conti che qui vengono presentati, saldati dalla Provvidenza che mai manca, riguardano il primo trimestre dell'anno ancora economicamente quasi “felice”; il prossimo trimestre vedremo come sarà...

 

CONTI

 

Riceviamo un’offerta di 1.000 euro per cento messe “per grazia ricevuta” (che verranno celebrate nei giorni feriali); utilizziamo questa offerta per aggiustare i conti segnati dalla mancata celebrazione delle messe e quindi delle questue.

 

Amministrazione dal 1° gennaio al 31 marzo 2020.

- Entrate: questua festiva: 226; per messe: 66; nel cestino dei libri: 62; questue delle messe feriali: 42; candelieri: 31; offerta per i fiori: 45; “Per grazia ricevuta”: 20; vendute alcune copie della storia di Malanghero (dal giornalaio di San Maurizio): 48; offerta dell'istituto secolare Missionarie dell'Amore Infinito: 100; "Gli agricoltori in onore di sant'Antonio": 25; in suffragio di Marisa Airola in Giachin Ricca: 150; venduti alcuni libri durante il momento formativo sulla mafia: 80; per grazia ricevuta: 100; offerta per i fiori: 27; buste anonime: 70; offerta per i fiori: 21; offerta dell'istituto secolare Missionarie dell'Amore Infinito: 100; in ricordo e suffragio di Giacomo Rotaru: 100; offerta per i fiori: 31; totale 1.344 euro.

- Uscite: spese di sacrestia (ostie, candele, ecc.): 71 euro; manutenzione e pulizia ordinaria del complesso religioso: 495; per l’Emmaus: 64; per altre fotocopie: 7; remunerazione predicatori, confessori e preti forestieri: 100; per la pulizia della chiesa: 30; bollette varie: 632; per i fiori: 50; per il rinfresco di Natale: 35; tasse varie: 361 (CISA, ecc); totale: 1.865 euro.

- Totale entrate: euro 1.344, totale uscite: 1.865; disavanzo quindi di 521 euro che viene colmato con i 1.000 euro sopraddetti con un disavanzo di 479 euro che viene depositato sul conto "spese varie" (vedi sotto).

- Per i monasteri poveri: questue delle messe feriali che precedono l’adorazione: 33 euro; buste: 68; totale: 101 euro.

- Per il riscaldamento (30% per i precedenti) della chiesa e dei vari locali si sono spesi: 294 euro, raccolti 925 euro (con le buste distribuite alla Lectio Divina: 40; offerte varie di 120 euro; con le questue mensili delle messe: 167; con le buste date in chiesa: 110; più un “tesoretto” accumulato precedentemente di 488 euro); avanzo quindi di 631 euro che vanno in un nuovo “tesoretto” per il futuro.

- Per la chiesetta della Madonna del salice: dal candeliere dell’altare della Madonna: 31 euro.

- Grazie all’iniziativa dell’impegno mensile, si sono raccolti ben 340 euro che sono stati accantonati per i piccoli cantieri di manutenzione ordinaria e per le emergenze.

- Sul conto corrente postale ci sono arrivate varie offerte per un totale di 10 euro.

- Raccolti nella messa feriale della Conferenza della San Vincenzo e destinati ai poveri da essa accompagnati: 90 euro.

 

- Per il cantiere dei nuovi infissi della sacrestia e dell’ufficio (spesi 3.008 euro); resto del pagamento del guasto alla caldaia della chiesa (vedi sotto): 96 euro.

- Lotto “Spese varie” (progettazioni varie, architetto, elettricista, tasse, spese notarili) per un totale di 19.874 euro di spesa. Entrate: affitto di don Dario Bernardo M. da gennaio a marzo: 600 euro, disavanzo trimestrale gestione ordinaria 479; totale 1.079 euro.

- Per la grossa riparazione alla caldaia (spesi 2.354 euro): lotteria di gennaio: 212; lotteria di febbraio: 160; in totale raccolti: 372 euro. Di cui 276 son stati utilizzati per finire di pagare questo debito ed i restanti 96 euro sono stati utilizzati per il cantiere precedente.

- Cantiere del cortiletto, “rattoppo” della facciata della chiesa, riparazione cornicione salone (spesi in totale 9.106 euro): ricavato della "Saletta del libro": 179.

 

Si ricorda ai Lettori che il 10 % di tutto ciò che si raccoglie in chiesa viene destinato ai poveri (a Malanghero, in Italia, nelle missioni, ecc.).

 

GRAZIE  di cuore a tutti i Malangheresi ed a coloro che frequentano la nostra bella chiesetta per la loro corresponsabilità e generosità, pure in questi tempi difficli.

Vostro don Dario Bernardo M.

oblato benedettino

 

GROSSA  RIPARAZIONE

 

         A gennaio dell'anno passato (2019) ci toccò affrontare la spesa di 2.354 euro per una grossa riparazione ad un guasto alla caldaia della chiesa.

 

         Finalmente abbiamo finito di pagare il debito grazie alle lotterie di un anno intero. La spesa non era altissima, ma consideriamo che siamo fuori dal 5 per 1.000 e dall'8 per 1.000 e quindi facciamo tutto con le nostre deboli forze...!

         GRAZIE  a tutti di tutto.

 

2019

lotteria di gennaio: 210 euro;

raccolta del 4 febbraio: 304;

varie offerte: 150;

lotteria di febbraio: 170;

lotteria di marzo: 195;

lotteria di aprile: 155;

lotteria di luglio: 190;

lotteria di agosto: 168;

lotteria di settembre: 130;

lotteria di ottobre: 176;

lotteria di novembre: 230;

 

2020

lotteria di gennaio: 276.

 

GRAZIE  ALLA  VITA!

 

         Domenica 21 giugno sarà l'occasione per dire grazie al Signore di tutto quanto questa esperienza del coronavirus ci ha insegnato.

         Chi lo desidera potrà consegnare (magari nel cestino della questua o a mano) un biglietto con scritto un insegnamento che gli pare di aver ricevuto in questi tempi.

 

AGENDA  COMUNITARIA

 

         Azzardiamo il calendario per le tre settimane consuete e speriamo...

 

Domenica 31 maggio: ore 10, 30 ed ore 18 messa;

lunedì 1° e 2 giugno nessun appuntamento comunitario;

mercoledì 3: ore 20, 30 messa;

giovedì 4: ore 18 messa;

venerdì 5: ore 20, 30 messa;

sabato 6: ore 18 messa prefestiva;

domenica 7: ore 10, 30 ed ore 20, 30 messa, raccolta per i lavori di restauro;

lunedì 8: ore 20, 30 messa;

martedì 9: ore 18 messa;

mercoledì 10: ore 20, 30 messa;

giovedì 11

venerdì 12: ore 20, 30 messa;

sabato 13: ore 18 messa prefestiva, oggi e domani ricordo di tutti i morti di coronavirus;

domenica 14: ore 10, 30 ed ore 20, 30 messa;

lunedì 15: dalle ore 9, 30 alle ore 11, 30 e poi dalle ore 16 alle 18 possibilità di confessioni, ore 18 messa;

martedì 16: ore 20, 30 messa, dalle ore 21 alle ore 22 possibilità di confessioni;

mercoledì 17: ore 20, 30 messa;

giovedì 18

venerdì 19: ore 20, 30 messa;

sabato 20: ore 18 messa prefestiva, oggi e domani messa in ringraziamento;

Domenica 21: ore 10, 30 ed ore 20, 30 messa.

 

         Nota: naturalmente questo calendario comunitario esce come "bozza" in questi tempi siamo alle prese con qualcosa di più grande di noi che può cambiarci le carte in tavola di momento in momento.

         Per ora, fino a nuovo ordine del Governo, sono sospesi tutti gli incontri dei gruppi.

 

         L’ufficio della rettoria è aperto dopo ogni messa feriale o in qualsiasi altro momento previo appuntamento telefonico: 011.089.20.84 per emergenze e funerali: 347.788.21.32.

 

IL  SORDOMUTO

 

Nei mesi passati si è tenuta una predicazione, durata alcune settimane sul segno di Gesù sul sordomuto. Da questa predicazione è nato un opuscolo che possiamo trovare sul solito tavolino. Non ha prezzo e ciò che viene offerto serve per stamparne altre copie.